Monti (di pietà)

November 12th, 2011 by

I Monti di pietà erano nati per combattere la piaga dell'usura, con la scomparsa della civiltà cristiana questa pratica si è accentuata fino a coinvolgere popolazioni intere. Adesso in Italia siamo schiavi del debito contratto con alcune banche per cui, per pagare qualche interesse a qualche anonima società con sede alle Bahamas, la gente dovrà sempre più morire di fame. Quanto sia inumana la mano invisibile del mercato è ormai lampante e richiederebbe una rifondazione della società su valori cristiani. IL fatto è che la mano invisibile a detta degli esperti ha mandanti riconoscibili dietro la crisi che ha convolto l'Italia. I noti complottisti si chiamano Milano Finanza e, sorpresa delle sorprese, indovinate chi viene a cena a mangiare a sbafo da noi? Il nostro premier "democraticamente" (ancora che si va a votaree?) insedatosi.
Ecco chi muove le fila delle nazioni (in pratica si dice che Goldman Sachs, attraverso vendite mirate, ha ridotto i nostri bot carta straccia): 
MILANO (MF-DJ)–Sui mercati si e' diffusa la voce che sia stata Goldman Sachs a innescare l'ondata di vendite di Btp, poi seguita dagli hedge fund e dalle altre banche d'oltreoceano.   Lo si legge in un articolo di MF che spiega che neppure l'ombrellino della Bce, con l'acquisto di titoli di Stato italiani, e' servito. Goldman Sachs ha dato il via a un vecchio giochetto: con opportune vendite si schiacciano i prezzi dei Btp il piu' possibile per poi, un attimo prima del superamento della crisi (le dimissioni effettive di Berlusconi), farne incetta a prezzi da saldo.   L'intervento di Napolitano probabilmente riuscira' a ridurre i tempi dell'ondata speculativa, visto che entro lunedi' prossimo si dovrebbe sapere se ci sara' un nuovo governo o si andra' a elezioni anticipate. Questo bastera' a riportare lo spread a livelli accettabili? No e lo ha scritto chiaro la stessa Goldman Sachs in un report diffuso martedi' sera: in caso di un esecutivo di centro-destra sostenuto da una coalizione piu' ampia, lo spread si attesterebbe 400-450, quindi sempre a livelli pericolosi. Le elezioni anticipate sarebbero invece "lo scenario peggiore per i mercati" e in questo caso Goldman non fa previsioni sullo spread, ma e' evidente che salirebbe alle stelle.
(coniglio l'analisi sul web fatta da questo sito byoblu)
Va beh lo sanno tutti oramai no che Mario Monti è uomo della Goldman Sachs oltre che del Bildemberg e della Trilateral (nel comitato esecutivo nel Maggio 2011) Commission
(da Panorama)

Posted in Senza categoria

12 Responses

  1. anonimo

    http://www.movimentolibertario.com/wp-content/uploads/2011/11/CAR.wav

    http://www.usemlab.com/index.php?option=com_content&view=article&id=753:leuropa-della-nuova-bce&catid=39:politiche-economiche&Itemid=176

    daouda

  2. todikaion

    sull'audio:
    Qual'è la soluzione? Dice che non la vuole dire per non passare da matto, ma qual'è?

  3. anonimo

    La soluzione non c'è, anche se il collasso di un sistema nefando in sé stesso è risolutivo, no?

    Vogliono tenere in piedi la baracca proprio perché così le lacrime e sangue peseranno sempre più su di noi finché non riusciranno ad instautare la moneta digitale, ed allora sarà veramente la fine dacché i soldi verrano decisi dal computer e si realizzerà un nuovo stalinismo.

    daouda

  4. todikaion

    Che ne pensi di questo?
    http://www.banknoise.com/2011/06/bitcoins-la-moneta-digitale-open-source.html

  5. anonimo

    Dei 3 punti che segnalano, il secondo è un falso problema dacché finché l'homo ha capacità di scelta può sempre volgersi al bene od al male, indipendentemente poi dalla legalità della sua scelta dacché non sempre esistono leggi buone cosicché infrangerle sappiamo che infrangerle dovrebbe oltretutto essere doverso.

    Il punto 1 ed il punto 3 sono invece intrinsecamente legati.

    Dire che la moneta in sé non ha valore ( economico ) è una banalità ovvia che vale per ogni cosa.
    Una boccetta d'acqua in un chioschetto nel deserto costerebbe di più che una boccetta d'acqua in un paesello ed ugualmente il valore di un metallo pregiato è determinato dalla sue proprietà chimiche antiossidanti che ne gantiscano la stabilità e l'integrità nel tempo , PRIMA DI TUTTO, e poi dalla sua rarità come nel caso dell'acqua.
    Punto 1 e punto 2.
    Il problema relativo al punto Uno è che una data quantità d'oro è quella che è ossia non è importante tanto coniarla , la cui utilità è solo per una questione di praticità, soprattutto se come nel medioevo ogni barone che ne avessa la possibilità poteva stamparsi la sua moneta propria!
    L'oro è mio sempre , coniato o no, e sempre vale in base al suo peso che, tendenzialmente non muta.

    Di conseguenza il valore reale è SOLO UNA PARTE DEL VALORE poiché per qualcuno una pera può valere un libro, per me al massimo quanto un caffè al bar.
    Ridurre solo alla quantità pura la questione monetaria senza tener conto dell'animo umano è un processo meccanicistico e determinista.

    Io di Bitcoin non sò nulla quindi non sò dirti.

    Posso scriverti che il signoraggio come "il guadagno dato dalla differenza tra il valore delle mele che compro, e il costo della creazione di quella che abbiamo chiamato nota di credito" non esiste.

    Il problema attuale è nella riserva frazionaria, nel monopolio della gestione della moneta, nell'iper inflazione causata dal corso FORZOSo della moneta cartacea non più ancorata a qualcosa di reale.
    PErché il denaro stesso è merce!!!
    Della moneta digitale quindi non c'è propio da fidarsi. Chi demonizza il contare , sbandierando il pericolo evasione, non fà altro che favorire un'ulteriore degrado economico-monetario.
    Anche perché non pagare le tasse può essere un dovere:

    http://www.storialibera.it/attualita/tasse_tasse_tasse/articolo.php?id=1996&titolo=La%20lezione%20di%20saggezza%20dei%20padri%20della%20Chiesa

    http://www.storialibera.it/attualita/tasse_tasse_tasse/articolo.php?id=2404&titolo=Lo

    Per capire bene non posso che consigliarti di leggere questo:

    http://download.luogocomune.net/download/Libri/LoStatoFalsario-M.N.Rothbard.pdf

    Ricoridamoci che Von Miser aveva cariche pubbliche sotto l'impero degli Asburgo, ossia la visione austrica ( che non è l'anarcocapitalismo sia chiaro ) era mainstream mentre oggi è eresia.

    daouda

  6. todikaion

    Ne stavo parlando acnhe io con Antonello e G.B., in effetti la riserva frazionaria e il denaro virtuale (con speculazioni annesse) sono i veri problemi. Io però ammetto di non capirci molto e mi leggo volentieri quanto da te proposto. Hai visto la schermaglia G.Chiesa e Cacciari?
    http://youtu.be/qNsz4V6YK-c

  7. todikaion

    Profetico Gaber: http://youtu.be/zvauPUGSV_U

    Psss… psss…
    Ora lavorano più in fretta
    hanno moltissimi alleati
    hanno occupato anche la RAI
    le grandi industrie, gli operai
    anche le scuole e i sindacati.

    Ora si tolgono i mantelli
    son già sicuri di aver vinto
    anche le maschere van giù
    ormai non ne han bisogno più
    son già seduti in Parlamento.

    Ora si possono vedere
    sono una razza superiore
    sono bellissimi e hitleriani.
    Chi sono? Chi sono?
    Sono i tecnocrati italiani.

    [parlato]: Eins zwei, eins zwei, alles kaputt!

  8. anonimo

    Dovete aggiungere il monopolio della creazione di moneta Armando.
    La riserva frazionaria , come l'infalzionismo, dipendendono da questo.
    E' per questo che una banca centrale pubblica ( la banca centrale è già pubblica e le partecipazioni private delle banche italiane – nella banca d'Italia con la vecchia lira ad esempio che oggi la situazione è un po' diversa – indicano il controllo della banca centrale su queste e non il contrario. I politici non sono servi dei banchieri, né i bancheri dei politici. Essi servono ALTRI, quantunque è innegabile che le banche siano , in questo frangente, gerarchicamente superioriori alla politica in sé stessa )

    I discorsi di Chiesa e Cacciari sono interessanti entrambi e sono un teatrino entrambi.
    Chiesa propone l'errore  con le sue proposte risolutive ma comunque le sue denunce seppur banali finora nessuno è arrivato a dirle al grande pubblico. Cacciari propone l'errore accettando la situazione quale è, ma ricordandoci che in Italia non c'è politica.

    cià, daouda

  9. todikaion

    Secondo me Cacciari fa finta di ono rendersi conto che non  è un problema di politica seria, ma il fatto ch una politica seria e indipendente di fatto no puà esserci, altrimenti si finisce molto male e non è esclusa la dissuasione militare, vedi discorsi mafiosi Merkel-Sarkozy.

  10. anonimo

    Concordo.Il tutto significa che Cacciari avrebbe fatto meglio a dedicarsi alle patate.

    daouda

  11. todikaion

    Quando si parla di democrazia la demagogia arriva al parossismo:
    http://youtu.be/EQiuUcQ8gBo
    Democrazia sta assumendo sempre più il suono di parolaccia.

  12. anonimo

    Cacciari o Giannino possono essere l'altra faccia della medaglia di Tremaschi o Chiesa.

    La democrazia è tale  perché si è abbassata l'età pensionabile mentre visto l'adolescenzialismo vigente si sarebbe dovuta alzare.
    La democrazia è tale perché votano anche individui che non hanno alcun interesse alla prosperità del paese ed è proprio dopo aver concesso il voto a tutti che si è avuta la demagogia ( difatti nel 1800 votavano solo i proprietari di immoboli o di aziende che avevano tutto l'interesse a far prosperare la nazione in cui risiedevano , indipendentemente dalle ingiustizie sovrastrutturali o contingenti ).

    Il testo che ti ho dato svergona i fredmaniani come i keynesiani. I neo-liberisti come i socialdemocratici.

    daouda

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.