Pedofilia, ne sentiremo parlare?

December 12th, 2011 by

NEW YORK – La comunità ebraica di Brooklyn, a New York, è sotto choc: 85 persone sono state arrestate con l’accusa di aver abusato sessualmente di 117 bambini negli ultimi tre anni, e secondo la polizia locale la vicenda potrebbe non essere finita con questi arresti.

L’inchiesta, chiamata Kol Tzedek (‘Voce della giustizia’ in ebraico), potrebbe non essere ancora conclusa. Finora, oltre alle normali difficoltà di ogni indagine, ha dovuto fare i conti anche con le regola della comunità ebraica che impone alle vittime di abusi di attendere l’approvazione  dei leader religiosi prima di parlare con le autorità giudiziarie.

Quasi tutti gli arrestati sono uomini, mentre le vittime sono sia maschi sia femmine. L’ultimo a finire in carcere è stato Andrew Goodman, 27 anni, volto d’angelo che secondo molti nasconderebbe un “mostro”.

Goodman, ex dipendente di un’agenzia del servizio sociale ebraico, avrebbe abusato per diversi anni di due ragazzini di Flatbush, costringendoli a prestazioni sessuali dagli 11 ai 15 anni uno e dal 13 ai 16 anni l’altro.

Goodman li avrebbe filmati durante festini a base di superalcolici e sesso che teneva nel suo appartamento. Qui gli investigatori hanno trovato, oltre a varie bottiglie di superalcolici, lubrificanti e vestiti da adolescenti sui quali erano presenti diversi campioni di Dna. Gli inquirenti hanno trovato nell’appartamento anche un coltello, con il quale Goodman potrebbe aver minacciato uno dei bambini che lo aveva segnalato alla polizia.
(Blitzquotidiano)

Posted in Senza categoria

One Response

  1. anonimo

    Mi viene da vomitare….. Poveri bambini…

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.