Poesia antiblasfemia

January 20th, 2012 by

Dedico questa poesia a tutti i fiumi di inchiostro che vengono gettati contro la verità, alla persecuzione mediatica (ricreando climi bui di anni plumbei) contro chi osa ribellarsi al relativismo, fatto bersaglio di  istituzioni (attraverso utili idioti) che vogliono mascherare così l'acquiescenza (nacondendo i forconi) al liberismo più sfrenato, la svendita di quel residuo di stato sociale che, tolto Cristo, è più facile smantellare

Tu sei così mite,
fedele e sincera,
affettuosa e cara,
o Immagine del Salvatore!
Appaga il mio desiderio,
i miei sensi, la mia idea
d'immergermi
nel tuo amore, di attaccarmi a te
(Tu mi hai chiamato: Io vengo, o Signore
F. W. Nietzche, Poesie ed. Acquaviva delle Fonti, ottobre 2004 p. 15)

Posted in Senza categoria

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.