Domenica

November 27th, 2011 by

ATTENZIONE!
A partire dal 31 Gennaio 2012 il servizio Splinder verrà dismesso. 
A breve verrà inviata una comunicazione con le indicazioni da seguire per recuperare tutti i contenuti dei blog ospitati. Sarà inoltre possibile attivare un redirect su un nuovo indirizzo web.

Posted in Senza categoria | No Comments »

Monti (di pietà)

November 12th, 2011 by

I Monti di pietà erano nati per combattere la piaga dell'usura, con la scomparsa della civiltà cristiana questa pratica si è accentuata fino a coinvolgere popolazioni intere. Adesso in Italia siamo schiavi del debito contratto con alcune banche per cui, per pagare qualche interesse a qualche anonima società con sede alle Bahamas, la gente dovrà sempre più morire di fame. Quanto sia inumana la mano invisibile del mercato è ormai lampante e richiederebbe una rifondazione della società su valori cristiani. IL fatto è che la mano invisibile a detta degli esperti ha mandanti riconoscibili dietro la crisi che ha convolto l'Italia. I noti complottisti si chiamano Milano Finanza e, sorpresa delle sorprese, indovinate chi viene a cena a mangiare a sbafo da noi? Il nostro premier "democraticamente" (ancora che si va a votaree?) insedatosi.
Ecco chi muove le fila delle nazioni (in pratica si dice che Goldman Sachs, attraverso vendite mirate, ha ridotto i nostri bot carta straccia): 
MILANO (MF-DJ)–Sui mercati si e' diffusa la voce che sia stata Goldman Sachs a innescare l'ondata di vendite di Btp, poi seguita dagli hedge fund e dalle altre banche d'oltreoceano.   Lo si legge in un articolo di MF che spiega che neppure l'ombrellino della Bce, con l'acquisto di titoli di Stato italiani, e' servito. Goldman Sachs ha dato il via a un vecchio giochetto: con opportune vendite si schiacciano i prezzi dei Btp il piu' possibile per poi, un attimo prima del superamento della crisi (le dimissioni effettive di Berlusconi), farne incetta a prezzi da saldo.   L'intervento di Napolitano probabilmente riuscira' a ridurre i tempi dell'ondata speculativa, visto che entro lunedi' prossimo si dovrebbe sapere se ci sara' un nuovo governo o si andra' a elezioni anticipate. Questo bastera' a riportare lo spread a livelli accettabili? No e lo ha scritto chiaro la stessa Goldman Sachs in un report diffuso martedi' sera: in caso di un esecutivo di centro-destra sostenuto da una coalizione piu' ampia, lo spread si attesterebbe 400-450, quindi sempre a livelli pericolosi. Le elezioni anticipate sarebbero invece "lo scenario peggiore per i mercati" e in questo caso Goldman non fa previsioni sullo spread, ma e' evidente che salirebbe alle stelle.
(coniglio l'analisi sul web fatta da questo sito byoblu)
Va beh lo sanno tutti oramai no che Mario Monti è uomo della Goldman Sachs oltre che del Bildemberg e della Trilateral (nel comitato esecutivo nel Maggio 2011) Commission
(da Panorama)

Posted in Senza categoria | 12 Comments »

Animali gay?

November 10th, 2011 by

Mi sta capitando di dibattere tra i commenti ad un video di youtube (quì) riguardo l'omosessaulità.
Uno dei cavalli (o dei cavilli) di battaglia per presentare l'omosessualità come "naturale" è quello dell'omosessualità negli animali. Questo è un vero e proprio filone parascientifico che analizza dei comportamenti animali in funzione di categorie prettamente umane. Due maschi o due femmine che si trattengono troppo tempo insieme (magari per alleanze o funzioni nel branco) vengono definiti gay, alcune scimmie o leoni (vaglielo a dire che sono gay) che utilizzano i propri genitali per sottomettere altri maschi diventano omosessuali. In realtà se ci fosse vera e propria omosessualità negli animali, questi si sarebbero estinti (andando questo contro l'istinto di riproduzione, cioè la stessa natura) da un pezzo. Questo dovrebbero spiegare quelli che addirittura propongono di costruire uno zoo per animali gay a S. Francisco (quì). Infatti al di là dele iniziative ideologiche che indicano una malattia sociale due pinguini che facevano fatica a socializare con le femmine sono stati separati, per il bene della loro specie (quì). Addirittura due anni fa due pinguini maschi che erano diventati l'icona gay di S. Francisco, con tanto di storia da rotocalco rosa (stucchevole questa umanizazzione degli animali sfruttati per fini politici) hanno contraddetto tale interpretazione e uno dei due ha "scelto" di accoppiarsi (quì). Questo indica quindi come l'ideologia gay sia penetrata in abito scientifico, ma il paragone con gli animali non regge sotto altri profili. Quello che può sembrare naturale per un animale non lo è necessariamente per l'uomo. Molti animali abbandonano (alcune specie la mangiano anche) la prole eppure questo stesso comportamento non è naturale per gli uomini. Naturale poi ha un significato più elevato che è quello della dignità di una funzione corporea. I sessi dell'uomo (che sono due per chi non lo sapesse) che marcano i due generi (che sono sempre due per chi non lo sapesse) sono fatti per stare uno insieme all'altro, ogni altra cosa è una perversione più o mano rgande da questa finalità iscritta nel proprio corpo. Spesso si sente dire, per deresponsabilizzare i comportamenti e imporne l'accettazione, che ci sia un determinismo genetico (anche se ci si nascesse comunque esiste il libero arbitrio) dietro l'omosessualità. Oltre a non essere dimostrato (al massimo condizioni che possono predisporre) e non poterlo essere (che allora sarebbe una specie di impotenza psichica), molte situazioni fanno pensare esattamente il contrario. Lo shock di un ictus ha recentemente cambiato l'orientamento sessaule di un rugbista (quì), meno male per lui che è diventato gay (ora è pure parrucchiere, biondo platino) se no sarebbe stato perseguitato come Luca di Tolve esempio vivente delle bugie propinateci anche in una veste pseudoscientifica.

Posted in Senza categoria | 4 Comments »

Superstizioni e business

November 1st, 2011 by

Buona festa di Ognisanti (vedi quì e quì)

Se penso che qualcuno fa vestire le sue bambine da strega il 31 ottobre, causa festa americana consumistica importata e gli fa prendere familiarità e confidenza con i mostri  facendogli ingraziare il male, invece di volgerli al bene, capisco perchè si usino zucche vuote…
Il discorso del Papa è avvenuto proprio tra Assisi e questa festa consumistica di questa società atea e neopagana
(da La Stampa)
Joseph Ratzinger ha parlato in difesa delle vittime della stregoneria anche nel 2009 durante il viaggio in Angola, mentre il tema è stato al centro di alcune proposte del sinodo dei vescovi per l'Africa, svoltosi in Vaticano nel 2009, tra cui quella che ogni diocesi del continente si dotasse di un esorcista per aiutare le vittime di pratiche magiche. A tre settimane dal secondo viaggio africano del pontificato Benedetto XVI richiama l'attenzione su una delle peggiori piaghe del «gigante malato», la «stregoneria», di cui sono vittime soprattutto bimbi e persone indifese. Secondo l'Unicef decine di migliaia di bambini in Africa sono torturati o uccisi per stregoneria. È urgente, dice il Papa ricevendo i vescovi angolani in visita «ad limina», uno «sforzo congiunto» di chiesa, «società civile e governi» per contrastare la «calamita» degli «assassinii» rituali di «bimbi e anziani» a causa della «stregoneria». E denunciando i rischi di riti e usanze tradizionali, sollecita la chiesa a educare contro «pratiche incompatibili» con il cristianesimo. «Afflitti da problemi esistenziali», osserva, in Africa si ricorre «a pratiche incompatibili con la sequela di Cristo». «Effetti abominevoli di questo – rimarca – sono la marginalizzazione e persino l'assassinio di bambini e anziani, condannati dai falsi dettami della stregoneria». «Ricordando che la vita umana è sacra in tutte le sue fasi e situazioni – ha esortato il Papa – continuate, cari vescovi, a levare la vostra voce a favore delle vittime». La condanna di questi fenomeni occupa ampio spazio nel discorso papale di oggi ai presuli angolani, in cui Benedetto XVI ha ricordato che il Vangelo è il «primo fattore di sviluppo» per l'Africa. Ha anche messo in guardia circa i «residui del tribalismo etnico che si percepisce negli atteggiamenti delle comunità che tendono a chiudersi, non accettando persone originarie di altre parti della nazione». La diffusione della «calamità» della «stregoneria», ha argomentato oggi il Papa, deriva dal fatto che «il cuore dei battezzati» è talvolta «diviso tra il cristianesimo e le religioni tradizionali africane». «Trattandosi di un problema regionale – ha raccomandato – sarà opportuno uno sforzo congiunto delle comunità ecclesiali contro questa calamità, cercando di determinare il significato profondo di queste pratiche, identificarne i rischi pastorali e sociali per elaborare un metodo che conduca al suo definitivo sradicamento, con la collaborazione dei governi e della società civile». I cristiani, lo sa bene il Papa, «soffrono spesso la pressione dei costumi delle società in cui vivono» ma «sono chiamati a rinunciare alle tendenze nocive imperanti e a camminare contro corrente». Tra tali tendenze ha citato il diminuito senso del «valore della famiglia, insostituibile per la coesione dell'edificio sociale», incitando i vescovi a curare la formazione degli sposi per favorirne la «maturità umana e spirituale necessaria». La disgregazione della famiglia a causa della urbanizzazione compare anche nel rapporto Unicef come causa del diffondersi del fenomeno dei bimbi stregoni africani. Gli accenti dell'Unicef ricalcano anche quelli del sinodo per l'Africa che nel 2009 ha denunciato la «stregoneria» come «dramma sociale»: in famiglie povere o colpite da disgrazie si cerca il colpevole e spesso a rimetterci sono i più deboli, che vengono torturati o uccisi.

Gli albini sono ritenuti figli maledetti di una relazione incestuosa tra divinità. Per questo motivo sono considerati potenti e mediatori tra il cielo e la terra. La loro nascita è però il risultato di una trasgressione e per questo sono considerati pericolosi. I loro corpi però, in particolare, la pelle, la lingua, le mani, le orecchie, il cranio, il cuore e gli organi genitali sono considerati fonti di poteri e per questo spesso utilizzati per la preparazione di pozioni o per la fabbricazione di amuleti. Molte volte, queste parti del corpo sono semplicemente vendute. In Zimbabwe, le donne albine sono molto spesso vittime di violenze sessuali. Secondo una credenza locale infatti è possibile guarire dall’AIDS attraverso rapporti carnali consumati con loro.
(da dirittodicirtica)

I bambini vittime di magia studio Unicef
 

Posted in Senza categoria | No Comments »

La Palestina stato… dell'Unesco

October 31st, 2011 by


L'Unesco ha riconosciuto lo Stato palestinese
L'America si è opposta…(Obama nobel per la pace…)
Israele intanto fa le sue operazioni antiterrorismo in modo da distrarre la sua opinione pubblica…(ne avevo parlato quì)
Per capire bene l'andamento geopolitico che si sta delineando consiglio un articolo (quì) da stampare bene a mente che parla dell'alleanza dei sionisti con la destra antisemita.
Vi sembra una contraddizione?
Ve ne propongo un'altra.
La Russa: "Quello della sharia come fonte del diritto nella nuova Libia è un problema di interpretazione."
Queste nuove alleanze fanno apparire obsoleta ormai la dicotomia destra-sinistra.

Posted in Senza categoria | No Comments »

Dall'omofobia alla perversione

October 31st, 2011 by

Altro allarme omofobia, altra bufala (molto problabile).
Questo "rischio" non ha fermato i titoloni dei giornali che paralvano di discriminazione.
I fatti: una donna lesbica è andata a donare il sangue e dopo il colloquio è risultato che il suo rapporto sarebbe risultato a rischio di malattie veneree.
Il fatto sarà successo mille e mille volte e il potenziale donatore sarà tornato a casa come se nulla fosse, d'altronde non gli hanno levato nulla, nel vero senso della parola.
Ma se la protagonista è lesbica ecco il caso…che sia una situazione di paranoia sociale quella di certi gay a me pare sia sempre più chiaro. E se la realtà gli va contro, si forza la realtà!

Ora, vi ricordate la scuola che vieta le distinzioni di genere?

Che ci sia un progetto in atto per pervertire la società può apparire più chiaro combinando quest'altra tessera del mosaico:
La notizia è stata riportata dal SonntagBlick, dove si legge che saranno una trentina le classi che riceveranno il materiale pedagogico. Materiale di due generi: le scatole per i piccoli di età compresa fra i 4 e i 10 anni (bamboline, puzzle e video) e le confezioni per i maggiori di 10 anni, che saranno più esplicite: peluches a forma di vagina e pene in erezione. Quest’ultimo sarà presente anche in una versione in legno.
ticinoweb

Come disse de Sade: “Se vuoi il potere, promuovi il vizio” .

Quando la Chiesa, nelle sue omelie, tuona contro questo potere oscuro viene tacciata di omofobia, come in questo caso (l'omelia è in spagnolo, ma si capisce):

El hombre contemporáneo se aparta de este proyecto de Dios cuando se deja contagiar por la mentalidad anticonceptiva de nuestra época. En muchos ambientes y en muchos corazones la aspiración es a disfrutar lo más posible de la sexualidad humana como fuente de placer, evitando a toda costa el nacimiento de un nuevo hijo en el seno de la familia. Esta mentalidad no es nueva, es tan vieja como el hombre. Pero en nuestros días se ha acentuado, empleando para ello los medios técnicos al alcance, que hoy son mayores que en otras épocas: la píldora anticonceptiva y todos los métodos químicos o artificiales para impedir la fecundación, llegando incluso a la esterilización masculina o femenina que convierte al varón y a la mujer en un simple objeto, perdida ya su dignidad de persona humana.

El “ministro” de la familia en el gobierno del Papa, el cardenal Antonelli,  me comentaba hace pocos días en Zaragoza que la Unesco tiene programado para los próximos 20 años hacer que la mitad de la población mundial sea homosexual. Para eso, a través de distintos programas, irá implantando la ideología de género, que ya está presente en nuestras escuelas.

Es decir, según la ideología de género, uno no nacería varón o mujer, sino que lo elige según su capricho, y podrá cambiar de sexo cuando quiera según su antojo. He aquí el último “logro” de una cultura que quiere romper totalmente con Dios, con Dios creador, que ha fijado en nuestra naturaleza la distinción del varón y de la mujer.

Per la cronaca, lo stesso Vescovo di Cordova, Demetrio Fernandez, che aveva pronunciato questa omelia nella festa della Sacra Famiglia dell'anno scorso, è ancora sotto ai riflettori per aver concesso un'intervista in cui dice che l'unione omosessuale è contro la legge naturale e chiede al prossimo partito al governo (i sondaggi dicono i popolari) di tenerne conto.
 

Posted in Senza categoria | No Comments »

Indignados massonicos

October 29th, 2011 by


Leggendo l'articolo c'è da ridere, si parla di rigettare dalla massoneria il potere finanziario globale; praticamente le rimarrebbe solo l'anticlericalismo, ma come se lo paga, poi? Meno risate ci sono vedendo come il sito che ha coordinato le mainfestazioni sia registrato all'Onu e come un benefattore degli indy sia collegato ai Rockfeller, tale Martin Varsavsky
Per non parlare di un nostro Draghi o di un Soros in America.

Posted in Senza categoria | 1 Comment »

Per un Italia cattolica!

October 27th, 2011 by

Posted in Senza categoria | No Comments »

La fonte dove l'ho prteso è riportata, ma vi consiglio di non esplorare un sito (comunque l'unico dove ho trovato l'originale) dove la perversione è la regola.

In evidenza la parte che ha suscitato aspre polemiche (ve le potete immaginare) tanto da richiedere una replica alla stessa arcidiocesi che ha parlato di erronea interpretazione di quanto scritto.
Quasi contemporaneamente il Fatto Quotidiano si interessava ad una storia che aveva per protagonista un "ex-gay" citata dal notiziario telematico Uccr.: "omosessualità uscirne si può, io l'ho fatto".
Il dibattito che n'è seguito è stato trasformato subito in polemica:
dal Fatto Quotidiano: "Ero gay, ma sono guarito".
Subitanea replica dell'Uccr: "Eleonora Bianchini e il Fatto Quotidiano contro gli ex-omosessuali ed è subito polemica".
Tema caldo come al solito, soprattutto se a cercare di non discriminare (in questo caso gli ex-gay) è la Chiesa.
Ieri alle Iene hanno beccato un altro prete omosessaule sporcaccione che se la faceva con ragazzi di 17 e 18 anni. Gli è stato detto dal presentatore (pur essendo l'intera trasmissione un veicolo tra i più importanti della propaganda gaysta) di andar a farsi aiutare, curare no che abbiamo visto non si può più dire nel politically correct, ma il senso è quello. Forse il problema nella Chiesa non è quello dell'accoglienza, ma quello del vigilare…

Posted in Senza categoria | No Comments »

Aborto, per chi suona la campana

October 26th, 2011 by


Dal Giornale:
Le campane di San Giovanni in Fiore, paese in provincia di Cosenza, suonano a morto per ogni nuovo aborto. A deciderlo è stato il parroco della chiesa locale, alla ricerca di un'iniziativa abortista d'impatto. Don Emilio Salatino, riportano oggi le pagine del "Quotidiano della Calabria", suona le campane a morto ogni volta che nel reparto neonatale dell'ospedale locale, molto vicino alla parrocchia, un bambino viene abortito. Un'iniziativa che certo rischierebbe di "confondere" i fedeli, dato che il suono delle campane "dell'aborto" è lo stesso utilizzato per annunciare i funerali.

Potrebbero. Perché don Emilio ha pensato anche a questo e per non generare fraintendimenti ha dato istruzioni perché le campane suonino unicamente al di fuori dei normali orari dei funerali parrocchiali. Non c'è quindi pericolo che i fedeli possano pensare a un funerale che si sta tenendo nella chiesa parrocchiale. Ma, anzi, la certezza che è appena stato compiuto un atto contrario a quanto predicato dalla Chiesa.

Posted in Senza categoria | 1 Comment »

« Previous Entries Next Entries »